Le Pietre come Amuleti - dai tempi remoti ad oggi

Aggiornamento: 18 nov 2021

Le Pietre come Amuleti, hanno origini molto antiche. Infatti, venivano utilizzate per adornare le icone degli Dei e per le Celebrazioni rituali poiché esse rappresentano lo sviluppo naturale della concezione delle virtù talismaniche donate dalla Madre Terra.


Col trascorrere dei secoli, il loro utilizzo è stato reso universale; se ne trovano tracce anche fra le popolazioni indigene più disparate. Non mancano le testimonianze emerse dalle ricerche svolte sulle antiche Dinastie Egizie, le quali già attuavano la Cristalloterapia e le utilizzavano come Amuleto per aiutare i defunti ad assicurarsi l'accesso dello Spirito nell'Aldilà, proteggendo l'anima da eventuali influenze negative.


Nella letteratura dell'Antica Grecia esiste uno scritto che descrive una città di gemme, che aveva le mura di smeraldo, il tempio di Berillo e gli altari di singole Ametiste di enormi dimensioni.


Ai tempi degli Aztechi era la Turchese la pietra principale. Esisteva una varietà di Turchese che veniva chiamata Teuxivitl (significa - Turchese degli Dei); a nessuno era permesso di portarla o di possederla perché era utilizzata esclusivamente per il servizio agli Dei. A tal proposito, l'icona rappresentativa del Dio del Fuoco, Xiuhtecutli, era decorata da un mosaico di Turchesi e teneva nella mano sinistra uno scudo, sul quale vi erano 5 larghi pezzi di un'altra pietra a loro cara chiamata Chalchiuitl (Giadeite).


Che sia per propiziarsi gli Dei, che per garantirsi il lasciapassare nel mondo dei morti, le pietre e i cristalli hanno lasciato le loro impronte nella storia dell'umanità.


Dunque, è evidente che l'amore e l'attrazione per le Pietre e per i Cristalli è profondamente radicata nel cuore umano sin dai tempi antichi.




10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Le Mojo Bag